Cactus e Dintorni

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Vita delle piante Gli ambienti
Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)French (Fr)Español(Spanish Formal International)
Gli ambienti


La maggiore concentrazione di succulente si riscontra compresa fra il 40° parallelo a nord e a sud dell'Equatore. Possiamo tuttavia trovarne fino a 56° di latitudine nord ed a 50° di latitudine sud. Questa grande fascia, geomorfologicamente assai diversificata, è caratterizzata da periodi aridi, a volte anche lunghi, alternati da altri piovosi o dove frequenti sono le nebbie in assenza di piogge come accade nei deserti della fascia costiera della Namibia e sulle Ande peruviane, ma incontriamo anche la foresta equatoriale col suo clima caldo-umido, la steppa, la savana, gli altipiani e le montagne. Alcuni generi e specie, per le loro caratteristiche, sono in grado di colonizzare vasti territori, come accade per le opuntie diffuse un pò ovunque, altre occupano solo determinati areali più o meno ristretti. L'uomo non è restato indifferente all'opera di diffusione fra i vari continenti vi ha, infatti, contribuito avvalendosi anche delle capacità di adattamento proprie di queste straordinarie piante.

A grandi linee potremmo suddividere questi habitat in quattro ambienti:
- pseudodesertico e subdesertico;
- della steppa e della prateria;
- montuoso;
- della foresta tropicale e subtropicale.

Il primo ambiente è caratterizzato da grande siccità e da piogge a carattere torrentizio comprese fra i 500 e gli 800 mm l'anno; al di sotto dei 250 mm esiste il deserto vero e proprio, inospitale per le succulente, così come avviene ad esempio nel Sahara. La stessa cosa non accade per i deserti della Namibia, del Cile e del Perù dove la scarsità di precipitazioni è mitigata dall'apporto di umidità delle nebbie persistenti. Qui vivono molti cacti, fra i quali generi come Oroya, Borzicactus, Chamaecereus, Eriosyce, Eulychnia, Haageocereus, Neoraimondia, Oreocereus, Rebutia, ecc.

Si incontrano anche vaste pianure e altopiani come in Messico e nel sud-ovest degli USA (Texas, New Mexico, Arizona), vero regno delle Cactacee, oppure montagne dalla nuda roccia dove crescono Aylostera, Echinofossulocactus, Weingarthia, ecc. In questi territori si verifica una forte escursione termica fra il giorno e la notte e fra l'estate e l'inverno, per cui possono verificarsi anche delle nevicate. Negli stati centrali del Messico si riscontra una enorme varietà di specie, tra le quali alcune fra le più apprezzate dai collezionisti come Ariocarpus, Atzekium, Pelecyphora, Obregonia. Nello stato di Hidalgo incontriamo il popolare Cephalocereus senilis, in quello di Baja California prospera Lophocereus schottii e Machaerocereus eruca; in altre zone i Pachycereus ed i Lemaireocereus.

Se ci spostiamo verso l'Equatore incontriamo la foresta equatoriale, tipica dell'America centrale, della Guayana, della regione Amazzonica e delle Indie Occidentali, territori tipici dei cactus epifiti, non parassiti, che per raggiungere la luce crescono sulle biforcazioni degli alberi dove si accumula anche l'humus. Qui prosperano Selenicereus, Hylocereus, Epiphyllum, Hoya, Rhipsalis, Schlumbergera in grado di assorbire l'umidità dell'aria con le loro radici aeree anche nei periodi in cui non ci sono piogge. Nelle Indie occidentali crescono rigogliosi i Melocactus assai esigenti in fatto di temperature.

Se scendiamo verso l'America del Sud in direzione del Venezuela, Ecuador, Perù, Bolivia, Cile, lato occidentale dell'Argentina settentrionale, si replicano molti generi del Nordamerica anche se con specie diverse; predominano i cerei specialmente quelli setolosi come Espostoa ed Oreocereus. Sugli altipiani vivono Matucana, Mila, Oroya. Sulle Ande cilene e nel deserto di Atacama in Cile ci sono Browningia, Eulychinia, Neoporteria, Copiapoa. E' risaputa la difficoltà di coltivare piante di origine andina, specialmente peruviane e cilene dove in altezza il sole è schermato dalle nuvole, che mantengono una grande luminosità, senza tuttavia scottare l'epidermide delle piante come invece può accadere alle nostre latitudini, ove anche la durata dell'insolazione è troppo lunga. Dalle steppe e dalle praterie provengono molti generi ben noti agli amatori come Cleistocactus, Notocactus, Gymnocalycium, Trichocereus, Parodia, Rebutia, Lobivia, Echinopsis. Sull'Altopiano del Brasile incontriamo Cereus, Harrisia, Trichocereus. Il sud del Brasile, Paraguay, Uruguay sono caratterizzati ancora da molti Cereus, mentre le foreste costiere sono popolate dai Cactus epifiti. Anche la pampas accoglie generi come Trichocereus, Harrisia, Cleistocactus, Chamaecereus, Echinopsis, Gymnocalycium, Notocactus.

Anche se a grandi linee si può dire che le Cactaceae sono tipiche delle Americhe, mentre le altre succulente lo sono del continente africano, è anche vero che non mancano rappresentanze in Europa, in Asia e in Australia. Possiamo notare che generi come Aloe, Gasteria, Haworthia sono tipicamente africani, al pari dei Pelargoni dei quali, però, ne esistono anche alcuni esemplari in altre zone. La maggioranza vive nella fascia tropicale e subtropicale di ogni continente con una localizzazione a macchia di leopardo, per cui è molto lungo e difficile descrivere in modo esaustivo tutti gli ambienti da cui provengono, tanto che nessuno ci si è ancora cimentato.

Così troviamo le Euphorbie diffuse un pò ovunque anche se differenziate quanto alle specie. La famiglia delle Asclepiadaceae si estende dalla catena dell'Himalaia all'Estremo Oriente, fino all'Australia ma con alcuni generi e specie tipici dell'Africa come avviene con Huernia, Hoodia, Ceropegia, Caralluma, Stapelia. Le Crassulaceae le troviamo in Sudafrica, Namibia, Madagascar ma anche negli USA, in Messico, in Europa (specialmente Sedum e Sempervivum). Le Americhe sono il luogo di origine di Agave, Yucca, Echeveria, Duddleya. In Messico incontriamo pure Pachyphytum, Sedum e Idria columnaris. Le Bromeliaceae, epifite e non, sono diffuse nelle zone calde americane. In Africa Orientale prosperano Euphorbia, Aloe, Stapelia, in Madagascar Bombacaceae, Didiereaceae e ancora Euphorbia, Kalanchoe, alle Canarie Monanthes e Aeonium.

In generale possiamo dire che le Anacardiaceae hanno l'habitat nell'Emisfero Nord e nella fascia tropicale e subtropicale; le Apocynaceae, Burseraceae, Commelinaceae, Rubiaceae, Sterculiaceae prevalgono ai tropici; le Bombacaceae in Africa tropicale, sub-tropicale, Madagascar, Oceano Indiano, Australia; le Compositae, Convolvulaceae, Liliaceae, Oxalidaceae, Passifloraceae, Vitaceae, Pedaliaceae sono prevalentemente africane.

Il Veld sudafricano, infine, con la sua enorme varietà e concentrazione di famiglie e di specie è, fra l'altro, il paradiso delle Mesembryanthemaceae (Aizoaceae). Queste piante, spesso semisepolte, sono diffuse dal livello del mare fino a 3000 metri. Causa l'ambiente arido entrano in vegetazione solo durante la stagione fresca allorchè si verifica una vera e propria esplosione di colori. In Sudafrica si riscontra una molteplicità di climi e una topografia assai varia si va, infatti, da zone a piovosità invernale, alla savana con piovosità estiva, dalla macchia tropicale alle praterie, dalle pianure agli altopiani, dalle alte catene montuose alle foreste montane.

Sui monti, a nord di Città del Capo incontriamo una straordinaria varietà di generi e di specie come Aloe, Cotyledon, Pelargonium, Crassula, Othonna, Haworthia, Euphorbia, Stapelia, Gasteria, Conophytum.

^^^^^^^^^^^^^^^^^

CHE TEMPO FA. Il satellite Meteosat riporta l'immagine dell'Europa secondo il meridiano di Londra (ora di Greenwich) con aggiornamento ogni 30 minuti pieni. All'ora indicata in alto a destra occorre perciò aggiungerne una con l'ora solare, e due con quella legale. Premere F5 o Aggiorna (Reload), per attualizzare l'immagine.

 

 

Filtro titolo     Mostra # 
# Titolo articolo Visite
1 Mappa di distribuzione delle cactacee 79732
2 Planisferi dei principali generi e famiglie 38751
3 Planisferi della vegetazione e dei suoli 30115
4 Planisfero dei climi 81966
5 Planisferi delle piogge e del calore 56067
6 Flora di tenerife 24247
 
Home Vita delle piante Gli ambienti

Le nostre pubblicazioni

  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
Aggiungi questo sito ai preferiti
Aggiungi questa pagina ai preferiti

Offrici un caffè

Sostieni Cactus & Dintorni!