Cactus e Dintorni

  • Augmenter la taille
  • Taille par défaut
  • Diminuer la taille
Home Forum

Cactus e Dintorni

  • Ottobre 16, 2021, 03:39:48 *
  • Benvenuto, Scegli una sezione e crea un nuovo topic!
ATTENZIONE: il forum NON richiede la registrazione.
Ricerca avanzata  

Autore Discussione: Asclepiadaceae... un po' di domande!  (Letto 16457 volte)

Silvia

  • Visitatore
Asclepiadaceae... un po' di domande!
« inserita:: Marzo 27, 2011, 10:29:38 »
Ciao a tutti, sono una nuova appassionata di Stapelie in cerca di informazioni su queste meravigliose piante.
Avrei qualche domanda da fare e spero tanto voi possiate rispondere.
Ho acquistato diverse talee di Stapelie, hiernie e orbee quest'autunno, tenute in casa davanti ad una finestra luminosissima, in quanto fuori in inverno fà troppo freddo. In casa ho sempre avuto in media 21 gradi, quindi le ho bagnate ogni tre settimane circa. Ora hanno ripreso il ciclo vegetativo quindi pensavo di aumentare l'annaffiatura ogni 2 settimane.
Ecco le mie domande:
1) visto che le annaffiero' ogni due settimane, ogni volta devo aggiungere del concine liquido x piante grasse? a me sembrano sempre asciutte.... ho paura di farle morire di sete! Come mi devo regolare?
2) si inizia anche il periodo di cocciniglie e funghi vari.... secondo voi è meglio prevenire che curare oppure curo solo nel caso di qualche infestazione? se è meglio prevenire cosa devo dare alle piantine?
3) quando posso portare fiuori le piante all'esterno? considerate che abito in prov. di Varese, quindi le temperature di notte penso siano sugli 8 gradi... ancora troppo freddo? avrei anche una serretta in giardino, coperta oltre che dalla plastica anche dal tessuto non tessuto... ho già spostato lì le mie orchidee, ma le piante grasse non mi fido.
Il fatto che non abbiano sentito il freddo invernale, dite che comprometterà le eventuali fioriture?
Intanto grazie e scusate se mi sono dilungata! Ciao a presto
Registrato

admin

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Messaggi: 825
Re:Asclepiadaceae... un po' di domande!
« Risposta #1 inserita:: Marzo 29, 2011, 11:00:01 »
Benvenuta Silvia fra i succulentofili! Una temperatura invernale di 21° per le Asclepiadaceae è un pò troppo elevata, fatto questo che obbliga ad eccessive annaffiature frequente causa di marcescenze. Meglio sarebbe una stanza non riscaldata, sebbene con illuminazione minore, così da limitarsi a lievi spruzzature. Ricorda che muoiono più piante per eccesso d'acqua che per sua mancanza!!! Durante la stagione di crescita andrebbero annaffiate sempre a fondo, per non più di 3 volte, facendo in modo che l'eccesso esca dal foro di scolo. Concima in occasione delle 3 annaffiature con poco azoto, molto fosforo e moltissimo potassio con aggiunta di solfato di magnesio.
Riguardo le cure da insetti si può fare anche dopo la loro comparsa. Io preferisco prevenire mettendo nei vasi qualche zolletta di naftalina. Come prodotti vanno bene Fenix e Reldan 22 tanto per fare qualche nome. Le malattie crittogamiche vanno invece prevenute, in quanto dopo le possibilità di salvare la pianta sono limitatissime. Come prodotto userei uno di questi: Aliette, Previcur, Swan, Fongarit.
Porterei fuori le piante quando la temperatura notturna si sia stabilizzata intorno ai 10°C. (usa un termometro a massima e minima).
Le cactacee per fiorire abbondantemente richiedono una temperatura piuttosto bassa (intorno ai 6°C.), le Asclepiadacee intorno ai 10/14° anche se qualche grado in più (senza esagerare) penso non guasti.
Hai letto questa scheda? http://www.cactusedintorni.com/Succulente/asclepiadaceae.html
Ciao
Registrato

Silvia

  • Visitatore
Re:Asclepiadaceae... un po' di domande!
« Risposta #2 inserita:: Aprile 01, 2011, 01:25:30 »
Wow, grazie x la risposta, sei stato davvero gentile!!!!
Ho letto la scheda e me la sono stampata, così ce l'ho sotto mano ogni volta che serve!!
Ho epro' ancora qualche domandina:
- la naftalina l'appoggio sul terriccio? una pallina per pianta è abbastanza?
- i prodotti invece a scopo curativo è meglio spruzzarli sulla pianta oppure annaffiare nella terra?
- Sono stata in un negozio, mi hanno dato R6 Bordeaux KB per prevenire marciumi e funghi vari.... non mi ha convinta e ancora non ho osato a darlo. Mi sembra più indicato per frutta e verdura, ma il signore ha detto che contiene Aliette. Mi ha indicato una dose di 4-5mg al litro.... boh... che faccio?
- una domanda sulle innaffiature, la scheda dice di bagnarle in immersione di acqua piovana... mi sembra di annegarle, no? Io ogni volta che le bagno, do' proprio poca poca acqua. Sono tutte talee fatte da un rametto che stanno iniziando adesso a vegetare... penso che non serva tanta acqua.
Ora vado a leggere la scheda sul mio ultimo acquisto della giornata: la Hoya Carnosa!!! Aiuto ho una dipendenza da piante grasse...
Ciao e grazie ancora
Registrato

admin

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Messaggi: 825
Re:Asclepiadaceae... un po' di domande!
« Risposta #3 inserita:: Aprile 01, 2011, 03:55:56 »
Ciao, vado in ordine:
la naftalina (o altro tarmicida) va benissimo contro le cocciniglie, specialmente quelle radicali difficili da scoprire. Si sistema una zolletta sul fondo del vaso (una per un vaso di 20 cm max di diametro).
Di norma si eseguono entrambi i trattamenti. Per quelli sistemici con funzione ascendente-discendente si preferisce annaffiare la pianta, mentre per quelli di contatto si preferisce irrorare o spolverare il fusto e/o le foglie.
Non conosco l'R6, devi leggere il principio attivo, se contiene Fosetil alluminio ha la stessa molecola di Aliette. Tieni presente che Aliette è il nome del prodotto datogli da Bayer e non la molecola. E' normale che l'uso sia consigliato per l'agricoltura, ma si può usare anche in floricoltura. Le dosi sono indicate sulla confezione. Di norma per i prodotti in forma liquida si usa 2 cc. per litro. La dose che ti ha dato il commerciante mi sembra improponibile: è in polvere? E come fai a misurare 4 mg? Vai dal farmacista?
Immersione non significa affogarle, ma far assorbire l'acqua dal basso tramite sottovaso.
Alle talee serve un substrato leggermente umido. Le tre annaffiature a fondo riguarda le piante già perfettamente radicate. Tieni la Hoya in penombra e d'inverno in casa vicino la finestra. Buona giornata.
Registrato

SILVIA

  • Visitatore
Re:Asclepiadaceae... un po' di domande!
« Risposta #4 inserita:: Aprile 02, 2011, 04:05:54 »
Ciao! Grazie x la risposta.
Allora mi correggo... ho sbagliato a scrivere, le dosi sono 5gr/lt ...non 5mg.... ehehehh! Comunque ho preparato la dose, è un preparato sistemico, quindi sta sera annaffiero' le talee x prevenire funghi e cose varie... vista l'umidità che c'è in sti giorni!!!
Per quanto riguarda la naftalina... le prossime piante che mi capiterà di rinvasare lo farò, ma x queste che ormai sono nel vasetto come posso fare? se metto la palline in un sacchettino e lo lascio appoggiato sul davanzale? In teoria l'odore si sente...
Grazie di nuovo, ciao!
Registrato

admin

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Messaggi: 825
Re:Asclepiadaceae... un po' di domande!
« Risposta #5 inserita:: Aprile 02, 2011, 06:06:55 »
5 gr/lt mi sembra un pò troppo, se sta scritto sulla confezione OK, altrimenti raddoppierei l'acqua per stare sul sicuro. Riguardo le talee io preferisco farle radicare sulla pomice (o in mancanza sulla sabbia), che mantiene l'umidità ma fa scorrere via l'acqua in eccesso. Se il substrato è sano, non eccessivamente bagnato e con poco materiale organico non mi preoccuperei più di tanto per i funghi. Riguardo la naftalina interrerei leggermente una zolletta. Ciao
Registrato

SILVIA

  • Visitatore
Re:Asclepiadaceae... un po' di domande!
« Risposta #6 inserita:: Aprile 04, 2011, 10:29:47 »
Ciao, diciamo che le dosi che stanno scritte sono relative a frutta e verdura, comunque la dose minima è 500/hl per la vite e anche il signore che mi ha consigliato  il prodotto ha detto 4-5gr/lt.... sai che faccio? lo diluisco ancora, tanto il prodotto, anche se meno, agisce lo stesso.... Pensavo di usare una siringa in modo da non annegarle di prodotto, ma di dare una giusta dose... magari 5ml a vasetto, visto che ogni vasetto ha una talea composta da un solo rametto!
X far radicare le talee ho usato la terra già pronta per cactus... a toccarla è pienissima di sabbia, quindi a mio parere molto drenante. In superficie, alla base delle talee, ho messo uno strato di quarzo x acquari (sassolini bianchi)... io qui in giro non ho mai visto e trovato lappillo o cose varie... è già tanto che trovo l'argilla!!! E di posti ne ho girati specializzati.... mah!
Ufffiii, sono tentata di metterle nella serretta in giardino, ma ho paura di dare il colpo di grazia!!!! Di notte qui le temperature sono sui 9 gradi... la serretta è calda di giorno (anche troppo e difatti la lascio aperta) e di notte penso manterrà sicuramente la temperatura essendo coperta... boh, vedro'!
Scusa se ogni volta mi dilungo e continuo a chiedere, ma sono contenta di aver trovato qualcuno con cui confrontarmi! Grazie di cuore! Ciao, buona giornata
Registrato

admin

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Messaggi: 825
Re:Asclepiadaceae... un po' di domande!
« Risposta #7 inserita:: Aprile 07, 2011, 02:23:46 »
Ciao, tutto quanto dici sembra condivisibile. Penso tu possa mettere le talee tranquillamente in serra, la tempratura diurna le aiuterà senz'altro a radicare. Cordialità.
Registrato
 

Home Forum

Nos publications

  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
  • Le nostre Pubblicazioni
Ajouter site aux Favoris
Ajouter page aux Favoris

Offrez une tasse de café

Soutenez Cactus & Dintorni!